Nuova versione BMC Client Management (BCM)

Nuova versione BMC Client Management (BCM)

BMC annuncia la nuova versione di BMC Client Management. La versione 12.6 include importanti novità grazie ai suggerimenti degli utenti come il controllo remoto via web, l’integrazione con Apple VPP, l’end user dialog avanzato, le credenziali centralizzate per gli account, l’integrazione con Remedy SSO e molto altro.

BMC Client Management automatizza la gestione dei client, aiuta le organizzazioni a controllare i costi, a mantenere la conformità e a ridurre i rischi della sicurezza. Dall’acquisizione del dispositivo fino alla sua dismissione, BMC Client Management fornisce una visione precisa delle installazioni software e assicura il rispetto delle policy aziendali.

BMC Client Management (BCM) ti consente di scegliere i moduli più adatti alle tue esigenze aziendali come l’inventario, la compliance, la software distribution, il patching, il controllo remoto, ecc. oppure la suite che contiene tutte le funzionalità.

Nuove funzioni:

  • Gestione centralizzata delle credenziali degli account per il roll out degli agent di BMC Client management
  • Controllo remoto dei dispositivi tramite un web browser
  • Integrazione di Remedy con Smart IT in BMC Client Management
  • Integrazione di BMC Remedy SSO con BMC Client Management
  • Personalizzazione delle finestre di dialogo degli utenti finali per fornire un’esperienza personalizzata
  • Personalizzazione del logo aziendale per le finestre di dialogo degli utenti finali
  • Personalizzazione del logo aziendale per i report
  • Garanzia che i GUID generati per i dispositivi BMC Client Management non vengono duplicati
  • Migliorato il meccanismo di gestione delle patch
  • Aggiornamenti dei Security Products Inventory e della Virtual Infrasctucture management
  • Gestione delle applicazioni utilizzando il Volume Purchase Program di Apple
  • Separatori di colonna maggiormente visibili nella console BMC Client Management

Fonte: BMC

Il phishing su mobile è il più grande rischio di sicurezza mobile?

Il phishing su mobile è il più grande rischio di sicurezza mobile?

Si parla molto di malware, attacchi man-in-the-middle e perdite di dati. Queste sono minacce importanti e diffuse per chiunque gestisca dispositivi mobili, ma uno degli attacchi più trascurati e altrettanto pericolosi è il phishing su mobile, che non sempre viene preso in considerazione.

Anni di duro lavoro per difendere le imprese contro le email di phishing e-mail hanno reso molte organizzazioni certe di essere protette dal phishing condotto su applicazioni mobili, social media e altri approcci più nuovi.

La ricerca dell’Università del Texas incolpa l’eccessiva sicurezza ad individuare gli attacchi di phishing come il motivo principale per cui tanti utenti ne sono vittima, in quanto la maggior parte delle persone crede di essere più astuta dei responsabili dell’attacco. I dati provenienti da Proofpoint suggeriscono che gli attacchi di phishing condotti su social media sono saliti del 500% negli ultimi tre mesi del 2016.
Anche Wandera ha effettuato le proprie ricerche. Dove si verificano gli attacchi di phishing? In quali applicazioni e su quali sistemi operativi? Sono stati analizzati milioni di punti dati attraverso un campione di 100.000 dispositivi e hanno trovato una serie di intuizioni interessanti.

Le scoperte
Gli attacchi di phishing sono ovunque e utilizzano canali di distribuzione a più livelli.
La ricerca di Wandera si è concentrata sull’analisi del traffico su domini di phishing conosciuti e, grazie alla propria infrastruttura cloud unica, i ricercatori sono stati in grado di determinare quali applicazioni e servizi vengono utilizzati per distribuire i link pericolosi.

Gli URL di phishing conosciuti vengono distribuiti in tutti i modi, ma la loro ricerca mostra che le applicazioni di gioco sono la scelta più popolare per gli aggressori, seguiti da applicazioni di posta elettronica, sport e servizi di notizie / meteo.

Come combattere il phishing mobile
Affrontare il problema di phishing mobile è un problema complesso. Gli obiettivi si spostano costantemente e gli aggressori sono sempre in cerca di nuove tecniche. Il blocco di intere categorie di applicazioni non eliminerà sempre il problema.

Parte della soluzione deve comprendere l’educazione e la formazione dei dipendenti a livello aziendale. Questa dovrebbe includere alcuni principi base, come ad esempio non fare mai clic su collegamenti in email non richieste o condivisi tramite app mobili e non condividere credenziali o informazioni personali con nessuno tramite un canale mobile – anche in quelle applicazioni di cui normalmente vi fidate.
Anche i migliori programmi di formazione non risolveranno il problema del tutto. Come qualunque amministratore IT ammetterà, alla fine un dipendente cadrà in una campagna di phishing, considerando la sofisticazione degli attuali attacchi.
A tal fine, è assolutamente indispensabile che si abbia una soluzione di sicurezza in grado di monitorare e intercettare qualsiasi traffico diretto nei siti di phishing.

Questa ricerca dimostra che il phishing mobile rischia di rimanere tra le maggiori preoccupazioni dei CISO nel 2017. Leggi il report completo.

Download “Mobile Data Report: Focus on phishing” Phishing-2-1.pdf – Scaricato 20 volte – 1 MB

Fonte: Wandera

 

Wandera aggiunge un’altra funzionalità alla sicurezza aziendale

Wandera aggiunge un’altra funzionalità alla sicurezza aziendale

In qualità di Enterprise Mobile Security provider, Wandera prende seriamenti in considerazione la sicurezza dei propri clienti.
La loro soluzione gestisce ogni giorno più di due miliardi di dati in entrata ed offre agli amministratori una visibilità e un controllo sempre maggiore dei propri dispositivi mobili.
Wandera sa quanto siano sensibili i dati che gestisce e continua a garantire il massimo livello di protezione per i propri utenti. Ecco perché ha rilasciato l’autenticazione a due fattori (2FA) per gli amministratori del portale RADAR.

Che cos’è l’autenticazione a due fattori?
L’autenticazione a due fattori è un processo di verifica a due passaggi che garantisce che noi e solo noi possiamo accedere al nostro account. Oltre ad un semplice login tramite username e password, 2FA richiede un codice aggiuntivo o un token da immettere, che possiede solo l’utente. Il token viene generalmente generato in tempo reale da un altro dispositivo dell’utente.
2FA è cresciuta in popolarità, soprattutto tra le imprese. Poiché le minacce informatiche continuano ad avanzare e gli attacchi diventano più frequenti, una semplice combinazione di username e password, per alcune organizzazioni, non è più sufficiente.

Autenticazione a due fattori di Wandera
L’autenticazione a due fattori di Wandera, per il proprio portale online RADAR, consente agli amministratori di aggiungere quel livello extra di sicurezza al loro login.
Questa funzionalità può essere configurata con qualsiasi applicazione di generazione di codici temporanei TOTP (Time-based Password One-Time Password).

Tra i più popolari:

  • Per iPhone: Google Authenticator, Duo Mobile, 1Password, Authy
  • Per Android: Google Authenticator, Duo Mobile, Authy
  • Per Windows Mobile 10: Microsoft Authenticator, Duo Mobile

Una volta configurato il servizio, gli amministratori dovranno inserire il codice generato nel loro successivo accesso al portale.
E’ inoltre disponibile l’opzione per essere ricordati su una macchina specifica (se non si vuole generare un codice ogni volta che si esegue il login).Se questa opzione è selezionata, gli amministratori saranno obbligati a inserire il codice TOTP solo se cambiano il browser o non hanno inserito un codice per un certo periodo di tempo.

Fonte: Wandera

BMC Client Management, molte sfide, una sola soluzione per aumentare le performance, ridurre il rischio e ottimizzare gli investimenti

BMC Client Management, molte sfide, una sola soluzione per aumentare le performance, ridurre il rischio e ottimizzare gli investimenti

La Digital Enterprise è un ambiente dinamico, dove si ricerca un livello di efficienza all’interno del Service Desk per ridurre lo sforzo necessario a:
  • risolvere gli incidenti
  • migliorare i livelli di servizio ed estendere il service management a livello organizzativo
  • mantenere la compliance
  • ottenere un miglior controllo, automazione e gestione dei dati
Scopri i vantaggi di BMC Client Management (BMC)

BMC_Client_management

BMC Client Management (BCM) ti consente di scegliere i moduli più adatti alle tue esigenze aziendali come l’inventario, la compliance, la software distribution, il patching, il controllo remoto, etc. oppure la suite che contiene tutte le funzionalità di cui sopra. Rispetto ad altri strumenti presenti sul mercato, BCM è compatibile anche con i device laptop e desktop basati su Mac OS.

Maggiori informazioni a questo link

Come proteggere i tuoi sistemi da ransomware come WannaCry e da altre minacce?

BMC_WANNACRY

La vulnerabilità può essere facilmente identificata e risolta tramite le funzionalità di patching di BMC Client Management.

Il patching e la gestione dei dispositivi con BMC Client Management (BCM) sono rapidi e facili, garantendo la massima sicurezza.

Guarda questo breve video su come utilizzare BCM per proteggere i tuoi sistemi da ransomware come WannaCry e da altre minacce: BCM Protects Against Wannacry and Other Ransomware Attacks

Vuoi approfondire l’argomento? 

Contattaci direttamente

Video

Free Trial

Fonte: BMC – Francesca Gatto, Field Marketing, Italy /Sales Assistant