4me – l’applicazione a supporto dei lavoratori dell’industria

4me – l’applicazione a supporto dei lavoratori dell’industria

La Digital transformation si sta rapidamente diffondendo attraverso gli impianti di produzione in cui i dipendenti utilizzano apparecchiature sofisticate e controllano complessi processi di produzione. Quando ci sono problemi di produzione, devono essere in grado di ottenere rapidamente aiuto dagli specialisti giusti. E quando hanno bisogno dell’aiuto del Facility Management per l’adeguamento della linea di produzione o devono contattare le risorse umane con una domanda sulla loro revisione delle prestazioni, potrebbero non sapere chi chiamare. 4me è lì per aiutarli ad inviare le loro richieste e garantire che siano assegnate alle persone giuste per avere una risposta rapida.

“Passare dal nostro strumento di service management a 4me non è stato un salto nel buio. È stata una decisione consapevole per offrire maggiore chiarezza e trasparenza all’interno dell’IT e ai nostri clienti interni. I livelli di servizio e i KPI possono ora essere monitorati da tutte le parti interessate” Geert Monserez – Daikin

Collaborazione con i fornitori chiave

La capacità unica di 4me è quella di consentire alle organizzazioni di collaborare in modo sicuro, rendendo possibile compiere un ulteriore passo avanti facendo questo insieme ai fornitori chiave. In caso di problemi con una macchina o un sensore, può essere importante coinvolgere il fornitore il più rapidamente possibile. In questi casi, 4me consente di chiamare il fornitore semplicemente riassegnando il problema, insieme ai dettagli del componente guasto.

I produttori utilizzano 4me per ottimizzare i loro cambi di linea di produzione, pianificare le attività di manutenzione periodica, tenere traccia dei guasti delle apparecchiature, ecc. In tali ambienti, 4me è l’applicazione di supporto per i lavoratori dell’industria. In background, 4me tiene traccia dei tempi di risposta e risoluzione del fornitore. Questo permette al management di rivedere le prestazioni dei fornitori a cui si affidano per massimizzare i tempi di attività della loro linea di produzione.

4me® consente ai fornitori di servizi interni ed esterni di un’organizzazione di collaborare senza problemi, mentre il livello di servizio fornito da ciascuna parte viene monitorato in tempo reale. Le caratteristiche uniche fornite da 4me per il Service Integration and Management (SIAM) migliorano notevolmente il successo dell’outsourcing selettivo.

Le funzionalità self-service di 4me consentono alle organizzazioni di offrire ai propri dipendenti un supporto online per qualsiasi tipo di domanda o problema. 4me rende semplice per tutte le attività che supportano il core business – come IT, Risorse Umane e Finanza – aumentare l’efficienza del supporto e, a sua volta, migliorare la produttività di tutti i dipendenti.

Fonte: 4me

Mettersi nei panni del cliente

Mettersi nei panni del cliente

“Ho imparato che la gente dimenticherà quello che hai detto, la gente dimenticherà quello che hai fatto, ma la gente non dimenticherà mai come li hai fatti sentire.” – Maya Angelou

Uno dei tanti gerghi aziendali, “customer centricity” viene usato sempre più comunemente. Mentre in precedenza l’attenzione al cliente poteva essere centrale solo per i servizi e le attività di consulenza, la centralità del cliente si è recentemente trasformata nel sacro graal di successo per qualsiasi organizzazione.

In genere, gli sforzi per raggiungere un’eccezionale soddisfazione del cliente sono guidati dall’interno e riguardano ciò che possiamo offrire di più; raramente qualcuno fa un passo indietro e chiede: “…..ma cosa vuole veramente il cliente? Sviluppiamo i prodotti migliori e puntiamo all’innovazione continua, ma il cliente vuole davvero ciò che offriamo? Non sarebbe meglio prima di tutto capire il cliente e sapere quale aspetto dell’innovazione di prodotto gli offrirà un vantaggio competitivo per la propria attività?”

Ecco uno scenario da considerare: immaginate che state raggiungendo in macchina il vostro ristorante preferito e, lungo la strada, una ruota si fori. Fortunatamente, siete in grado di cambiare lo pneumatico e arrivare al ristorante in tempi relativamente brevi. Tuttavia, una volta arrivati,  il tavolo che avete prenotato non è più disponibile e dovete aspettare che se ne liberi uno.

Non importa quanto sia delizioso il cibo del ristorante, molto probabilmente sarete di cattivo umore. Cosa è cambiato? Il ristorante e il suo servizio sono stati eccezionali come al solito, ma è stata la vostra esperienza, prima di raggiungere il ristorante, che vi ha rovinato la serata.

Ora, immaginate se il proprietario del ristorante avesse chiesto con preoccupazione il motivo del vostro ritardo, fatto sedere subito, fornito una bevanda rinfrescante gratuita e si fosse anche offerto di chiamare un meccanico per controllare la vostra auto.

La vostra esperienza sarebbe migliore rispetto allo scenario precedente? Assolutamente si! Questo gesto è costato al ristorante qualcosa ? No. La cultura della centralità del cliente lo ha reso possibile. Anticipando le vostre esigenze e garantendovi una buona esperienza culinaria, il ristorante si è anche assicurato il vostro ritorno, il che rende la soluzione soddisfacente anche per loro.

Essere empatici nei confronti del cliente è fondamentale per la sua soddisfazione. Il cliente si sente apprezzato e questo è molto importante nel costruire e mantenere un rapporto di fiducia.

Una guida sulla strategia di leadership nella trasformazione digitale. Effettua il download ora.

 

 

 

 

Scoprite i fondamenti della leadership IT innovativa con passaggi pratici in modo che possiate iniziare a guidare la trasformazione digitale all’interno della vostra azienda.

 

Questo post è stato originariamente pubblicato sul Blog di BMC al seguente linkAutore: Harit Mankad

EMPOWERING THE DIGITAL WORKSPACE

EMPOWERING THE DIGITAL WORKSPACE

Ieri, durante il roadshow che si è tenuto a Genova organizzato da VMware in collaborazione con IDC e che ha visto C.H. Ostfeld come partner, abbiamo parlato di Digital Transformation.

Le tecnologie digitali ridisegnano lo spazio di lavoro per potenziare le capacità individuali e migliorare i risultati aziendali.

La tecnologia sta cambiando il modo di lavorare, l’organizzazione e gli ambienti fisici e logici aziendali come li abbiamo conosciuti finora. Nell’era della Trasformazione Digitale, l’attività lavorativa non è più strettamente legata a un luogo fisico, né a determinati momenti della giornata, ma ad uno spazio di lavoro dove ogni lavoratore accede in maniera univoca alle proprie informazioni indipendentemente dal luogo, dal momento e dai device utilizzati.

Anche nelle imprese italiane, con oltre il 55% dei lavoratori che utilizza continuativamente device mobili per scopi aziendali, cresce l’attenzione verso la digitalizzazione dei processi e dell’ambiente di lavoro. Le piattaforme di Workspace, che consentono di centralizzare la gestione dello spazio di lavoro fisico e virtuale, diventano essenziali per mantenere il controllo sugli asset aziendali, aumentare le capacità operative e sensoriali di molte tipologie di lavoratori, ottenere una migliore produttività e anche una più alta qualità dell’esperienza lavorativa individuale.

Semplificare e rendere sicuro l’accesso alle applicazioni aziendali, migliorare l’esperienza della collaborazione e supportare le aziende nel percorso di trasformazione degli spazi di lavoro sono stati i temi al centro del roadshow Empowering the Digital Workspace,

Fonte: IDC